Uncategorized

Luna in Pesci

800px-Lady_Godiva_by_John_Collier

Traduzione dal Serbo: Nina Gajic <ninagajic92@gmail.com>


 

Se avete visto il film: „Lisbon Story“ da Wim Wenders, magari vi sovviene la frase del film, con la quale ritengo opportuno cominciare la storia della Luna in Pesci:
« Se solo potessi essere tutte le persone in ogni parte del mondo! …»

Se la Luna rappresenta l’anima umana e il destino di ogni individuo e se i Pesci sono la potenza più grande nel piano sentimentale, e attraverso i sentimenti si acquista la capacità di afferrare, nelle profondità dei pensieri astratti, il segreto che unisce tutta la gente con gli stessi e identici passioni, allora possiamo dire che la persona con la Luna in Pesci davvero è privilegiata e può almeno in un periodo della vita vivere questa frase di Wenders.

Però, per spriegare perché questo è dato proprio a loro, devo raccontare la storia della Luna in Pesci dall’inizio. Dall’infanzia, che spesso è difficile, caotica, in cui un ideale della famiglia esiste solo nell’immaginazione e la persona non lo conosce in realtà. Magari a causa dei difficili rapporti tra i genitori, della mancanza dell’autorità oppure degli spostamenti numerosi si è distrutta l’armonia e la pace della casa contemporaneamente creando nei livelli più profondi dell’inconscio il sonno della casa ideale e della famiglia.

Anche la gioventù qui è una trappola per l’anima che lì cade facilmente, sia per i vizi, sia per atti immorali o per la vergogna e in questa trappola passa almeno un po’ di tempo e magari non ne esce mai – il che dipende poi da tutti gli altri fattori nel tema natale.

E sembra che solo quelli con questa Luna e solo quelli che hanno vissuto l’esperienza del fallimento e nelle profondità dell’anima hanno visto tutti i disperati, delusi, perduti, abbandonati, solitari, siano diventati le persone più tenere che hanno l’amore e l’affezione per tutto il mondo. Questa è la tenerezza che nessuno vede, è nascosta nel loro sguardo tenero e nella maggior parte dei casi, nessuno può neanche immaginare quanto amore, furore e vulnerabilità si nasconde in loro. Dal momento in cui si svegliano, una strana angoscia prende una parte di loro. Perché solo il sonno può salvarli dagli incubi della realtà, e sì, perciò, vi diranno che gli piace dormire, che il sonno rinforza il loro animo, che solo nel sonno possono dimenticare la pesantezza della vita degli altri e di se stessi. Proprio perché erano almeno una volta nella vita completamente abbandonati e lasciati al proprio destino, una specie di giuramento di cura e di compassione a tutti che condividono il loro destino e le loro pene, diventa la base della loro fede.

La fede che solo Dio può salvare uomo. Facilmente quell’uomo, ignorante nel suo giudizio, poi scambia quella pietà del Dio per il miracolo o una fortunata occasione la quale gli ha salvato la pelle. E allora, quando Dio li porta in braccio, che spesso fa, quando si sentono baciati dalla fortuna, quando le pene esistenziali che fino a ieri erano la loro triste quotidianità, in cui sbarcavano il lunario, oppure tremavano dalla paura chiedendosi : “Dio, cosa sarà con me?“, cioè, quando la quotidianità diventa canzone in loro si pianta la fede. La fede in cui nessuno mai può dubitare, anche se la nascondono, e la portano con sé quietamente, con la paura che con una parola la offendessero. Quando trovano la fede, si liberano dai demoni dell’anima attraverso la perdonanza a tutti nella speranza che anche a loro sia concesso il perdono.

E il vero senso e la forza di questa Luna rimane quello dall’inizio del testo, e questo è la famiglia di cui si prende cura e che viene tenuta nel palmo di mano. La Luna in Pesci conosce tutte le trappole che la vita puo piantare alla nostra strada, ha visto il dolore e sofferenza più grandi, ha visto la morte, la potenza e i suoi vortici e da questo proviene la cura e la paura per i più deboli, e questo sono i bambini, paura che loro non siano abbastanza forti a rispondere a tutte le trappole del destino.

La solitudine, la quale è il loro inevitabile compagnio in tutta la vita, nonostante la numerosità della loro famiglia e nonostante l’amore che i suoi membri provino per loro, qui ha ruolo di un angelo custode che deve ricordargli che ognuno nasce solo e con il proprio destino, perciò è impossibile proteggere tutti, e tanto meno salvarli. Perché la sofferenza è l’amico. Vagare significa trovare il cammino. La solitudine è il tempio. Ma, nonostante il loro stile di vita, nel momento in cui formano la famiglia entrano in una missione, anche se la loro famiglia porterà con sé un tipo di caos, sia per spostimenti, sia per fraintendimenti, scontri e conflitti nella famiglia, le interferenze dei suoi membri…

Per quanto riguarda la carriera, a causa della loro inclinazione al fallimento, al vagare, questa Luna si trova spesso negli oroscopi dei malviventi, gangster, gente dall’altro lato della legge, e perciò molti di loro poi cercano rimedio negli investimenti nelle chiese, ospedali e orfanotrofi.

Poi, anche psicologi si trovano qui, perché portano mille personaggi con sé e una sensibilità straordinaria che li aiuta ad entrare nella pelle altrui, loro diventano voi mentre gli parlate qualcosa e magari non sanno cosa direte in seguito, perché non sono profeti, ma sanno cosa cerca la vostra anima, come vi sentite, a loro non potete mascherare la tristezza con un sorriso. Questo sono gli artisti, soprattutto pittori, perché questa Luna rappresenta le immagini, foto, particolarmente di persone, migliaia di ritratti che poi sviluppano una storia, perciò questo sono i registi, pittori, fotografi, iconografi, attori… La Luna in Pesci è indispensabile nell’oroscopo delle persone che hanno a che fare con la media a causa della natura del lavoro che richiede l’atmosfera caotica, la capacità di cavarsela nelle situazioni impossibili, ma anche nell’oroscopo dei dipendenti da droghe, alcol e altre sostanze.

Nel nostro hi tech tempo, la rete è correlata ai Pesci. E la Luna in Pesci è migliaia di persone che non vedete, ma che sono nello stesso luogo come voi, con cui siete connessi alla rete, quella stessa rete in cui quelli con la Luna in Pesci commettevano errori giovanili, quella rete antizanzare per finestre, e se non è rete, allora è vite, perché gli piace vino, e spesso qualcuno di loro ha o ha avuto nel passato un vigneto. A causa dei numerosi elementi d’acqua che con sé porta questa Luna, sono attratti dal mare e dalla caldezza del Sud, perciò devono concedersi una casa al mare, perché ogni altra casa attirra continui scorrimenti d’acqua, finestre che non si sigillano, danni al bagno frequenti sia nella propria casa che in quella del vicino, piastrelle danneggiate, lavatrice rotta, e nelle mille combinazioni possibili ci sono sempre i problemi idraulici o qualche rottura.

Nei giorni quando la Luna passa nel segno dei Pesci, potete essere ipersensitivi, emotivi, capaci di assorbire sia vibrazioni negativi che quelli positivi, quasi divini. A causa dell’immaginazione attivata si deve stare attenti per l’inclinazione verso l’idealizzazione, imprecisione, disordine, le previsioni delle cose importanti. L’ipersensibilità ci rende suscettibili alla manipolazione, potremmo essere vittime d’inganno, di tradimenti, dei bugiardi, ma anche noi stessi possiamo averne colpa in parte lasciando che ci porti l’aqua. Dall’altra parte, questo sono giorni quando siamo più romantici del solito, quando senza sentirsi in colpa trascuriamo tutte le cose «importanti» per una serata con il vino, al lumo di candele ( l’atmosfera che piace di più alla gente con questa Luna). Godiamo e ci lasciamo andare al piacere di una serata appagante con il partner oppure con gli amici.

La solitutide non è consigliabile, perché in essa le lacrime sono più pesanti, tutto è piu pesante, ci sentiamo dimenticati da tutti, c’è un senso di autocommiserazione e di abbattimento. Facile la gente sotto questo transito può stare apatica e specialmente vulnerabile. I transiti più belli della Luna in Pesci sono quelli nel periodo estivo, quando tutti i ristoranti sul mare e quelli in riva ai fiumi sono pieni di gente, proprio come zattere, parchi… Tutti sentiamo il tremito dell’aria e l’agitazione per l’inevibilità di quello che ci porta la vita. Come se la Luna allora ci desse l’opportunità di sentire quello che le persone con la Luna in Pesci hanno capito molto tempo fa, che si può rinunciare a tutto, tranne ai propri ideali e sogni.

1 Comment

1 Comment

  1. Valerio Maria CORTESE

    September 18, 2017 at 12:26 pm

    Detto da studioso di Astrologia: davvero ben fatto!!! Grazie. 😉

Ostavi komentar

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Najčitanije

Na vrh